13 febbraio 2010

legami






Eppure, non credo sia così complicato farmi un regalo. Il graffio di un gatto geloso, parole da tessere nel sorriso di un pettine insolentemente sdentato e una data da ricamare sopra le righe di un dire da interpretare. No, non credo sia complicato. Non credo neppure lo sia legare tutto con un bel filo rosso. Potresti tenere un capo del filo per te, sarebbe la mia parte di regalo , l'importante è che, poi, il resto lo possa srotolare, l'importante è che io abbia sempre un modo per poterti ritrovare.





Auguri.

Ovunque tu sia,

ammesso ci sia,

nonostante non sia.






[...queste parole hanno una data, non quella di oggi, quella di un 14 febbraio qualsiasi, uno di quei 14 febbraio senza un filo rosso e neppure un gatto geloso che, oltre che graffiare, sappia anche ricamare. Io un gatto così, ancora non l'ho mai visto, ma tu, se lo vedi, non fartelo scappare!]

31 commenti:

  1. "Ho ancora un sentimento dentro che non mi fà morire, ma neanche vivere..."
    Un abbraccio iO e Alice

    RispondiElimina
  2. Io dentro non lo so cos'ho, delle volte penso tutto, altre niente.


    [Quello che so con sicurezza è quello che da qui a due settimane dovrò avere nella testa: filosofia, tanta, tanta filosofia :)]

    Un abbraccio a voi e che possia te trovare un sentimento che non sia né vita né morte, ma semplicemente calore e gioia

    RispondiElimina
  3. Intendi legàmi (tra noi) e légami (a te) allo stesso tempo ovviamente... un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. lascio libera scelta all'interpreazione :)
    un abbraccio a te Daniele :)

    RispondiElimina
  5. se vuoi ti regalo il mio.
    Mi sta leccando la faccia!

    RispondiElimina
  6. Bisogna solo riuscire a scovare nella folla chi si merita in regalo l'altra capo del filo!

    RispondiElimina
  7. I gatti sono proprio dei giocherelloni... che fatica inseguirli. Una volta presi, però, il sorriso è assicurato. :)

    7

    RispondiElimina
  8. il mio filo rosso l'ho legato ben stretto al mio gatto geloso che quando graffia fa un male cane, che non riesce a ritrrarre gli artigli nemmeno quando non c'è l'ombra di un pericolo...ma lui é il mio gatto che ha capito che non è complicato...

    RispondiElimina
  9. il mio filo rosso, oltrepassa l'oceano...fino a boston e da li a los angeles,sembra stupido e idiota, io lo so, ma quel filo rosso è una ragione di vita adesso per me, è cosi bello quel filo rosso e io farò in modo di raggomitolarlo pian piano per oltrepassare l'oceano e gli stati uniti, bussare ad una porta...e...giocarmi tutto!!! =) che belle le tue parole :)un abbraccione sorelli, sei insuperabile! (non mi riferisco al tonno inscatolato, eh! ) :p

    RispondiElimina
  10. bella l'immagine di un filo rosso che unisce a distanza...e che magari,se lo tiri un pò verso di te,sentendo la resistenza dall'altra parte,capisci che c'è e ti rassicuri. C'è chi ha paura dei legami ...chi dice che bisognerebbe vivere i rapporti "alla giornata" così come la vita...ma chissà come mai siamo stati dotati di un anima che ha sempre così bisogno di rispecchiarsi in quella di un altra persona per riconoscersi meglio.Penso che legarsi a qualcuno non significhi volerlo possedere...che sarebbe assurdo oltre che sbagliato,ma sentirsi uniti da quel filo rosso,sapere che dall'altra parte c'è proprio lui e solo lui,da senso a ciò che al contrario sarebbe banale e superficiale. Un bacio...

    p.s Grazie per l'altro giorno.

    RispondiElimina
  11. Ci sono legami che nonostante siano finiti..continuano ad essere presenti nel nostro cuore
    …e nella nostra anima..se potessi prenderei un nuovo filo ..sempre rosso..ma che sia diverso..
    …che sia sincero ..delicato..che sia carezza sul cuore….che sia nutrimento per l’anima….
    …e nn piu’ dolore….chi ti ama ..nn può farti male,sarebbe come far male a se stesso…
    ..quindi un amore che sia però “amore” .. e “che sappia tenere forte questo filo”..
    Un abbraccio sincero Anna : )

    RispondiElimina
  12. Tesò: un cane è più fedele, la spazzola fa meno male del pettine quando la passi tra i capelli, e il filo è meglio se dorato.. il rosso sarà si passionale, ma rimanda anche alla collera.. meglio star sereni di questi tempi.. l'oro invece è orizzonte saturo, pieno di luce che abbaglia, e che quindi non rimanda a nessuna profondità.
    TVTTTB già te ne sei accorta :)
    by il tuo scemo virtuale tornato da una spassosissima sei giorni di carnevale

    RispondiElimina
  13. * Lorenzo: Grazie, però credo che il tuo gatto sia ormai affezionatissimo al gusto della tua faccia :)

    RispondiElimina
  14. * Loislaine: tu sei stata fortunata, lo hai trovato! :)

    RispondiElimina
  15. 7di9: non dirlo a me, c'è il gattino di mia sorella che è tanto irrequieto quanto irresistibilmente simpatico :)

    RispondiElimina
  16. *Cate: Già, vi appartenete. Un bacione

    RispondiElimina
  17. * Zuza: come il tonno, solo che al femminile :D Tu sei pazzaaaaaaaaaa...ma anche adorabile :) baciotti

    RispondiElimina
  18. * giardino: solo un filo rosso:invisibile! ;)

    RispondiElimina
  19. * Sabrina: il senso è nel tacito sapere di essere uno, aldilà di qualsiasi filo.
    Baciotti

    RispondiElimina
  20. berry write: perché tu lo vedi? ;)

    RispondiElimina
  21. * Ransie: benvenuta :) Grazie!

    RispondiElimina
  22. * Anna: Che bello ritrovarti :) Sì, come dici tu, proprio come hai scritto: niente dolore solo amore, disinteressato, sincero e puro amore. Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. * Mal: lo so, lo so che MVTTTB, sulla fiducia, poi, quindi, le t raddoppiano :) Lo sai che hai ragione? Credo mi convertirò alla spazzola, che non sia di peli di cane però :D
    bacio

    RispondiElimina
  24. si sono pazza, perchè quell'imbecille non chiama? eppure il mio contatto di skype ce l'ha...sarà perchè siamo di religioni diverse? non è colpa mia, e cmq per quanto sia non praticante io, non mi sentirei di voltare le spalle alla mia religione, ci sono nata e ci voglio morire con quella, anche se forse sono più stupida e meno colta di lui (ne dubito hihi) ma dove la trova un'altra italiana, pazza, lunatica, fantasiosa, comica (soprattutto) e "richard ginori ceramicoide"(questa la capisci al volo) come me? da nessuna parte ovvio, l'imbecille preferisce una francese..ma in Italia mangiamo meglio, cuciniamo meglio abbiamo mille dialetti mille modi di fare pensare e dire e l'arte di arragiarsi.... io sono quello che sono e lui...è quello che è...un imbecille, appunto....hehehe

    RispondiElimina
  25. Un filo rosso di cui ho perduto il capo da tempo...
    il tema dei regali come pensieri, dei pensieri-regoali, dei re dei pensieri >(quelli che attendi che scendano dal trono e vengano a posare il loro filo rosso davanti ai tuoi piedi)...
    Hai un bel tocco nelle parole... :-)

    RispondiElimina
  26. * Zuza: sono sempre più preoccupata per te...ti consoglio di coltivare la tua religione, sarà lì che troverai le risposte ;)

    RispondiElimina
  27. * Mrs Quentin Tarantella: pensieri fili da intercciare, trecce d'azzurro e arancio, trecce di desideri penzoloni da slegare.

    RispondiElimina
  28. mi stai forse suggerendo di farmi suora? e appendere dunque le ovaie al chiodo?...oddio, no...e poi l'imbecille come farà?....cosa farà?...continuerà a fare l'imbecille...e io che gli dedico anche le canzoni/frecciatone...bon
    mi adeguerò..baci baci

    RispondiElimina