23 agosto 2012

È che


Francesco Musante


È che in una notte come questa, con tutte queste luci, non può non accadere. E io vorrei staccarne una e fartela mangiare. Una piccola come una ciliegia. Corre sulle labbra, desiderio rosso nella sfrontatezza della luce delle stelle. In una notte come questa non può non accadere. Con tutte queste luci da staccare, con tutti questi baci da rubare. E io ne staccherei una  e te la regalerei. E tu la mangeresti piano, per non lasciarla andare. Ma le luci son fatte per brillare e scomparire. I baci son fatti per lasciarsi rubare e ricordare. Poi c’è questa notte e tutto quello che non può non accadere. E tutto quello che non puoi non volere. E tutto quello che... tutto quello che… non ti accorgi che ora sai volare?






4 commenti:

  1. io le ciliege le mangio a gruppi di 6-7, altro che lentamente... :P

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Bravo Bat!
      Tutti buongustai, eh ;D
      Ciao, Bat!

      Elimina